Editoriali

Primo match-point per i bianconeri

Firenze, campo da sempre ostico e facilmente infiammabile, è il primo crocevia della stagione bianconera. Se infatti la Juventus dovesse vincere al Franchi questa sera e il Napoli non dovesse battere la Roma nel posticipo di lunedì, i bianconeri si laureerebbero campioni d’Italia per la 34esima volta. Non sarà facile perchè non dipende solo da noi, ma certo fa indubbiamente impressione iniziare i calcoli matematici che ci separano dalla festa e pensare che 5 mesi fa eravamo in fondo alla classifica. Una cavalcata incredibile, strepitosa, iniziata dopo la mediocre sconfitta di Sassuolo quando i de profundis erano già scattati e le avversarie, come sempre, festeggiavano in anticipo. Certe imprese le capiremo solamente a freddo, con il tempo e il dovuto distacco anche se di sicuro, se scudetto sarà, sarà uno tra i più gloriosi della nostra storia per due motivi: sarebbe il quinto consecutivo, impresa che alla Juve è riuscita solo una volta negli Anni Trenta e sarebbe quello conquistato dopo il maggior distacco accumulato nella storia dei campionati italiani. Insomma, ci sarebbero tanti motivi per festeggiare, in attesa di prenderci la rivincita nella prossima Champions dopo quell’eliminazione un po’così in quel di Monaco.