Editorialiinfortuni

Infortunio Marchisio: cambiano le strategie di mercato?

L’infortunio di Claudio Marchisio, e il conseguente lungo stop, non ha posto preoccupazioni per il presente: la Juventus è saldamente al comando del campionato e, a meno di cataclismi, vincerà il suo quinto scudetto consecutivo (la finale di Coppa Italia, per quanto importante, è in gara secca e Marchisio può essere degnamente sostituito nell’arco dei novanta minuti).

Le preoccupazioni iniziano ad affiorare se si pensa al futuro prossimo di questa squadra. Massimiliano Allegri, analizzando soprattutto le ultime dichiarazioni, vorrebbe portare la Champions League a Torino e si aspetta, per il prossimo mercato, una rosa di qualità (si veda alla voce trequartista).

Premesso questo, considerando che Marchisio non sarà abile e arruolabile prima di novembre, i dubbi sul mercato che sarà si potranno solo moltiplicare.

Una scelta si dovrà comunque effettuare: operare sul mercato per assicurarsi un regista classico, e le scelte non si presentano così varie buttando l’occhio fuori dai confini italici, rischiando magari di intaccare il tesoretto per il trequartista? (Allegri non si accontenterà di Hernanes questa volta). E Marchisio al suo rientro, con la casella di regista già occupata, tornerebbe a fare l’interno di centrocampo?

Oppure non prendere nessun sostituto in quel ruolo e affidarsi a Lemina? (Il ragazzo cresce bene ma andrebbe comunque riscattato dal Marsiglia sborsando una decina di milioni di Euro).

Altre ipotesi sembrerebbero comunque improbabili, come la conferma di Hernanes o lo spostamento al centro di Paul Pogba (che dimezzerebbe così la sua pericolosità offensiva).

Marotta e Paratici si troveranno dunque di fronte ad una scelta delicata, che potrebbe influenzare gran parte della stagione a venire.