calciomercato

Affare Cuadrado, inutile il NO del Chelsea. Ecco perché la Juve è sicura di prenderlo

Alla Juve nei prossimi giorni arriveranno due giocatori. Un centrocampista di grande qualità e Cuadrado, l’ex che piace, intriga, serve e che Massimiliano Allegri ha sempre voluto sin dal giorno in cui si è conclusa la passata stagione e il colombiano è tornato a Londra per fine prestito. Da quel momento l’esterno destro ha subito detto ai dirigenti inglesi di non voler restare in Premier, un calcio che non si sposa con le sue caratteristiche tecniche. In Inghilterra c’è molto pressing, corsa continua e sfrenata mentre lui predilige qualche metro a disposizione per preparare il dribbling, saltare l’uomo e puntare a rete. Non per niente con Mourinho collezionò (appena) dodici presenze senza realizzare neppure un gol. Cuadrado, quindi, vuole la Juve, non l’avrebbe mai voluta lasciare ma quell’accordo di prestito senza diritto di riscatto lo ha allontanato da Torino per qualche mese.

Primo incontro – La cronaca, ora. Da ieri il suo procuratore Alessandro Lucci, uno dei più preparati, è a Londra per discutere con i dirigenti del Chelsea. Ha il mandato della Juventus per concludere l’operazione a certe condizioni: 3 milioni per il prestito oneroso senza diritto di riscatto. Una cifra importante considerando che i bianconeri ne hanno già sganciati 2,5 la passata stagione. Gli inglesi sono entrati nell’ottica del nuovo prestito ma di milioni, stavolta, ne vogliono 4. Antonio Conte, dal canto suo, nelle prime due giornate di Premier non lo ha convocato. Al suo posto ha altri giocatori che, al momento, offrono più garanzie. Nonostante questo lo terrebbe volentieri nella rosa visto che aveva fatto di tutto per averlo alla Juventus. Però non è nel suo stile trattenere giocatori che non vogliono restare. E Cuadrado è uno di questi.

Ad oltranza – Quindi si continuerà a trattare ad oltranza nella speranza di chiudere al più presto. In corso Galileo Ferraris sono fiduciosi nel poter arrivare ad un accordo per avere Cuadrado subito a Torino. Pur di chiudere sono disposti ad alzare l’offerta di altri 500mila euro, arrivando a 3,5 milioni per il prestito. Cuadrado è un giocatore che alla Juve serve per tanti motivi che tutti conoscono. A centrocampo e sulle zone esterne ci sono giocatori molto tecnici ma nessuno ha il dribbling del colombiano: quel dribbling che spiazza gli avversari e che gli permette di puntare a rete con una certa facilità. Rispetto a tanti altri, poi, non ha problemi ad entrare a partita in corso e lasciare il segno. Questo è l’aspetto che Massimiliano Allegri predilige. Ecco perchè l’allenatore lo ha chiesto ai suoi dirigenti. E sarà accontentato. Quella di oggi può essere la giornata giusto per il trasferimento definitivo.

Questo è quanto riportato da Tuttosport. In pratica il Chelsea sta facendo resistenza perché vuole guadagnarci il più possibile dopo il forte investimento fatto sul colombiano a gennaio del 2015. Ma sa bene che alla fine il giocatore partirà e che vuole solo la Juventus, quindi in un modo o nell’altro, entro pochi giorni l’ex Fiorentina sarà di nuovo a disposizione di Allegri. Il No del Chelsea serve solo cambiare leggermente i termini dell’accordo e i tempi di chiusura, ma l’affare si farà.